Le tagliatelle caserecce

Le tagliatelle sono una pasta all'uovo tipica di Bologna, dell'Emilia Romagna e delle Marche e del Veneto.
Il loro nome deriva dal verbo tagliare, dato che si ottengono affettando la pasta sfoglia lasciata asciugare e poi arrotolata.
Il tipico condimento da abbinare a questo tipo di pasta è il ragù bolognese, ma possono essere utilizzati differenti condimenti come prosciutto, sugo di pomodoro, funghi di bosco, tartufi, frutti di mare, piselli e altro.

Brevi cenni storici

Secondo una leggenda le tagliatelle sarebbero state inventate nel 1487 dal bolognese mastro Zefirano che, in occasione del matrimonio di Lucrezia Borgia (giunta a Bologna per sposare il Duca di Ferrara, Alfonso I d'Este) per preparare la pasta si ispirò ai suoi biondi capelli.
In realtà è soltanto una storiella inventata dall'illustratore e umorista bolognese Augusto Majani nel 1931.
Ricetta e misura ufficiale delle tagliatelle bolognesi: Il 16 aprile 1972 la Confraternita del Tortellino e l'Accademia Italiana della Cucina, depositarono presso la commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna la ricetta e la misura della vera Tagliatella di Bologna.
Un campione di tagliatella in oro è esposto in bacheca presso la Camera di Commercio.
Le misure della tagliatella cotta stabilite corrispondono a 8 millimetri di larghezza (pari alla 12.270a parte della Torre degli Asinelli) equivalenti a ca. 7 mm da cruda. Lo spessore non è stato codificato con precisione, ma i maggiori esperti in materia sostengono che deve essere tra i 6 e gli 8 decimi di millimetro.
La ricetta classica vuole che le tagliatelle siano condite con il ragù alla bolognese, preparato con polpa di maiale, vitello e manzo, macinate e cucinate in un soffritto di burro, pancetta, aromi, tirate a cottura con brodo, vino rosso e salsa di pomodoro, e generosamente coperte di parmigiano. Esiste comunque un'altra versione in cui il condimento è costituito da un intingolo a base di prosciutto crudo.
Dopo svariate prove abbiamo sperimentato nuovi sapori ed abbinamenti di condimenti per dare un nuovo slancio verso nuovi gusti ad un piatto antico.

 

Ode alla tagliatella

 

 

Il mio folle desio volse verso quella così lontana e intoccabile leggerezza sospesa nel mio animo annebbiato dal labbro tremulo e dall'occhio colmo di lacrime.
Cara irraggiungibile fonte del mio desiderio presto sarai mia nell'anima e nel core : te lo giurai alla tua prima vista.
Quando apparterrai a me sarò nell'insostenibile leggerezza del tuo essere con il mio corpo mai sazio di te.
Ogni qualvolta che il mio guardo volgerà verso te sarà un desio che mi offuscherà il cuore ma mi francherà non appena toccherai le mie labbra ebbre di te.

 

Claudia Alboresi


Crea il tuo sito Gratis, Facile e Professionale!
www.onweb.it

Per la creazione di questo sito non è stato usato olio di palma o suoi derivati.

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà degli autori Corticelli Cesare, Alboresi Claudia e sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.